GIOVEDÍ 13 OTTOBRE 2011
PALAZZO DELLE STELLINE - MILANO

Inside
Adobe WoodWing

workshop

Quattro percorsi tematici studiate in base alle vostre esigenze:

Il primo dedicato ad imprenditori e decisori il secondo a designer il terzo agli sviluppatori ed infine il quarto ai progettisti web. Quattro strade diverse e allo stesso tempo complementari per rispondere alle esigenze di ogni specifico profilo.


PERCORSO 1

Percorso dedicato a: Imprenditori e decisori

L’iPad e i nuovi device hanno creato nuovi bisogni e nuove opportunità di business.
Pad-connects è una giornata ricca di contenuti tecnici e formativi.

Se è vero che molti produttori di hardware e software sono entrati o stanno entrando sul mercato, è anche verio che la tecnologia è solo l’ancella dei contenuti. Riviste, libri, giochi, applicazioni per il lavoro e il tempo libero, sono i veri prodotti che stanno trainando il mercato.


Ma come utilizzare al meglio le potenzialità di questi strumenti? Come sfruttarli al meglio per migliorare e velocizzare i processi aziendali? Come fare soldi o come risparmiarli con le giuste applicazioni?

Questo percorso formativo è dedicato a chi ha deciso di affacciarsi a questo mercato e sta ricercando informazioni e risorse per affrontarlo al meglio.  Tutti i manager e i decisori aziendali che hanno bisogno di capire cosa vuol dire fare business con i dispositivi mobili: dal migliorare la propria produttività a velocizzare i processi, dalla comunicazione alla scoperta di nuove opportunità.

I tuoi contenuti sui dispositivi digitali /modelli di business

Esistono 3 modi diversi di fare business con il mondo dei dispositivi mobili:

1. ottimizzare il proprio sito aziendale: con una serie di accorgimenti è possibile rendere altamente produttivo il proprio sito anche con un accesso da  smartphone o tablet pc

2. creare contenuti da “leggere” sui dispositivi mobili; dal digital publishing (trasposizione di riviste, magazine, quotidiani) alla creazione di nuovi prodotti esclusivamente digitali.

3. sviluppare nuove applicazioni: non solo lavoro e produttività ma anche tempo libero, giochi, benessere, musica, social network economia, news, etcc.

Tutte e tre le modalità verranno trattate in modo approfondito e di ognuna saranno evidenziati:

- I diversi modelli di business a seconda delle esigenze e delle particolarità del singolo
- Le cmpetenze da acquisire e la formazione del personale

Docente: Antonio Dini

Il marketing delle applicazioni: come farsi trovare

Gli esperti dicono che entro il 2016 saranno 44 miliardi le applicazioni scaricate dalla rete sui nostri mobile device. Android di Google e Windows Phone 7 di Microsoft stanno recuperando costantemente terreno nei confronti di Apple iOS e questo grazie ad un mercato smartphone e dei media tablet che al momento non conosce battute di arresto in tutto il mondo.

iPhone è ancora il leader indiscusso di mercato, con più di 300.000 applicazioni, ma è seguito a breve distanza da Android, con le sue 130.000. La distanza non ci deve ingannare, perché se nell’ultimo anno il numero di app dell’App Store è raddoppiato, le applicazioni disponibili nell’Android Market sono più che quintuplicate, con una crescita del 544%.

Il problema, una volta realizzata una app è come gestirne il marketing al fine di raggiungere il più alto numero possibile di scaricamenti.
Ecco spiegate le famose 4 P del marketing (price – product – place – promotion) tradotte nel mondo mobile, per non restare impantanati nella nuova giungla digitale.

Docente: Emanuela Zaccone

Software e linguaggi di programmazione a disposizione di chi vuole iniziare: vantaggi e svantaggi.

In questo workshop vedremo le tecnologie a nostra disposizione attualmente sul mercato per raggiungere gli obiettivi aziendali che ci siamo posti.

1. HTML e altri plug in per ottimizzare il proprio sito per il web e per i dispositivi mobili

2. Come creare contenuti da "leggere sui dispositivi mobili" con software Indesign-based (spiegheremo Adobe Digital Publishing e Woodwing Digital Magazine Solution) e con soluzioni che non partono da InDesign (porteremo l'esempio di iTablo).

3. Lo sviluppo di nuove applicazioni: linguaggi per la creazione di applicazioni ibride e native.


Docente: Guido Franceschilli con la collaborazione di Andrea Amadeo e Marco Gelpi


PERCORSO 2

Percorso dedicato a: Designer

Le regole sono cambiate e oggi bisogna saperne sfruttare la flessibilità integrando gli effetti delle nuove tecnologie. Occorre pensare lateralmente, capire e sfruttare al meglio le nuove opportunità imparando anche dall’esperienza altrui.

In questo percorso cercheremo di analizzate i nuovi standard che si stanno affermando, le scelte che hanno avuto maggior successo e i rischi che caratterizzano questi progetti. Alcuni fondamentali riferimenti per muoversi in un mercato in continuo movimento e coglierne al volo gli spazi aperti.

Progettare contenuti per iPad e dispositivi mobili

Se vi è capitato di sfogliare alcune riviste digitali vi sarete accorti che i layout, ovvero le modalità di disposizione dei contenuti, cambiano frequentemente.
Alcuni prodotti editoriali hanno pagine lunghissime con uno scorrimento verticale, altri pagine che si sviluppano in senso orizzontale. La posizione del menu è sempre diversa, i colori cambiano e non c’è mai corrispondenza di layout con l’omologo cartaceo. Ma questo non è un caso. Media diversi richiedono diverse modalità interattive.

Ecco perché è importante cogliere gli elementi chiave e le regole per progettare la migliore navigazione possibile. In questo workshop mostreremo come pochi, controllati movimenti devono permettere al lettore di fruire appieno della multimedialità senza disorientare o affaticare la lettura.

Docente: Laura Loprieno

La produzione di un digital magazine

Il workflow per la produzione di contenuti digitali inizia con la creazione di layout in cui vengono inseriti contenuti multimediali come slide show, video e tracce audio. Si parte quindi da un software per l’impaginazione come Adobe InDesign che con l’aggiunta di plug-in come Adobe Digital Publishing Suite o Woodwing Digital Magazine Tools, integra nel file nuove possibilità di navigazione.

Nella sessione dedicate all’una e all’altra soluzione si approfondiranno le tematiche relative alla creazione di contenuti specifici per iPad e Android.

- utilizzare InDesign per progettare un layout per Ipad/Android
- quali contenuti per Ipad/Android
- layout   orizzontali e verticali, template di InDesign
- Slideshow
- Video
- Impostazione e creazione del tuo primo  Magazine Digitale
- Scroll delle pagine
- Navigazione di Pagina
- Elementi Web
- Visualizzazione del Testo
- Ultime rifiniture al proprio Magazine Digitale
- Esporta la tua prima Applicazione per iPad
- Passi successivi e analisi delle modalità di pubblicazione su App Store

All'interno della sessione cercheremo inoltre di offrire alcuni spunti legati alle soluzioni per la produzione di Digital Magazine che non partono da un software per l'impaginazione come InDesign.

2 tecnici specializzati collaboreranno con il docente: Andrea Spinazzola, esperto della DPS di Adobe e Luciano Del Torchio, esperto della soluzione Woodwing.

Docente: Vainer Gilioli

PERCORSO 3

Percorso dedicato a: sviluppatori

La via in assoluto più creativa per portare contenuti e idee sui dispositivi mobili passa dalla programmazione. Dai giochi alla salute, dal lavoro allo sport e dal tempo libero agli hobby, da qui passano tutte le applicazioni non editoriali.

Oggi con un solido percorso formativo si può arrivare ad imparare e a lavorare con più di una tecnologia (Adobe Flash, Html5, Javascript) per creare applicazioni perfettamente funzionanti, dalle infinite possibilità.

Best app per iPad

In questo panel passeremo in rassegna alcune delle applicazioni più interessanti prodotte per iPad.

Spazieremo tra vari generi per visionare applicazioni famose e meno note, che hanno scalato le classifiche o che si sono distinte per ricercatezza di temi, creatività dei contenuti o per la loro utilità.

Nella rassegna cercheremo di evidenziare best practice, scelte progettuali vincenti, motivi di distinzione e di innovazione.

Docente: Giovanni Antico

Sviluppo di applicazioni ibride e native

Per creare applicazioni per iPhone, iPad e iPod Touch ci sono due strade alternative:

1) Conoscere e utilizzare i linguaggi di programmazione C++ e Objective C
2) Sfruttare i tradizionali Web Develper Tools e le tecnologie ibride JavaScript, CSS e HTML5.

Il docente spiegherà le differenze fondamentali e cercherà di spiegare ai partecipanti le opportunità offerte da entrambe le soluzioni.

Docente: Andrea Trento

PERCORSO 4

Percorso dedicato a: Web Designer & Developer

Il primo passo per entrare nel mondo del mobile è il più semplice, ma non il più scontato.

Rendere il proprio sito aziendale sia accessibile ed usabile anche da dispositivi mobili richiede conoscenze e accorgimenti tecnici non banali.
Tuttavia è necessario ottimizzare la propria presenza on line per renderla disponibile a milioni di persone che si collegano ad Internet col proprio tablet o smartphone.

Può darsi che una volta ottimizzato il proprio sito, ci si renda conto che realizzare una applicazione apposta non serve più!

HTML 5 tutta la verità!

HTML5 è un linguaggio di markup in continua evoluzione, che integra nuovi comandi e funzionalità per renderli comuni a tutti i browser esistenti.  In questo workshop partiremo da un sito web realizzato per un target “desktop” e mostreremo come riuscire a ottimizzarlo fino a privilegiare la sua visione con un dispositivo mobile.

Verrà inizialmente presentata una breve panoramica  sul ruolo assunto oggi da HTML5 nello sviluppo di siti web, per poi vedere cosa HTML5 vuol dire nello sviluppo di siti mobile.

Docente: Andrea Trento

Sviluppo di siti e applicazioni mobile in Jquery mobile

 

jQuery mobile è un framework ancora giovane ma dalle grandi potenzialità, vediamo come è possibile utilizzarlo per creare siti ottimizzati per il mobile ed anche applicazioni da impacchettare con phonegap.

Basato sulle solide fondamenta di jQuery, con diversi sponsor alle spalle, è il framework che forse più si presta a realizzare progetti veramente cross-platform e cross-device, in grado di girare non solo sui rombanti Webkit (iOS e Android), ma anche su Windows Phone 7, Blackberry, Palm WebOS e tanti altri, come Opera e Fennec.
 

Per chi non conoscesse jQuery, all'inizio della presentazione saranno brevemente introdotti i concetti e le api indispensabili per capire e lavorare con jQuery Mobile.

Successivamente saranno presentati tutti i componenti grafici che mette a disposizione questo framework, per poi addentrarsi sempre di più nello strumento: eventi, layout, temi, ajax & history.

La seconda parte della sessione verterà principalmente sull'uso di jQm per sviluppare applicazioni ibride, o siti mobile particolarmente complessi ed avanzati e pertanto saranno introdotte tematiche come templating client-side, supporto multilingua, MVC in javascript, pagine e widget dinamici.

 Infine si parlerà di un framework che può aiutare a mettere ordine nel nostro codice jQuery e che può rivelarsi un prezioso alleato quando si lavora con jQuery Mobile: Backbone.js

Docente: Andrea Zicchetti

ascolta le presentazioni
dei workshop
e la conferenza stampa

Scarica le presentazioni dei docenti

Scarica il report dell'evento

Evento Conference WorkshopDocenti Chi siamo
Adobe Woodwing  
     
BenQ Digital Publishing Suite Italbo
Pico srl